Vignola: Tra poesia, ciliegi in fiore e torte al cioccolato!

Scala di Jacopo Barozzi

Nonostante si trovi a pochi chilometri da casa mia, lo ammetto: conoscevo Vignola solo per la sua leggendaria Torta Barozzi e per il meraviglioso spettacolo che offrono le sue colline in primavera quando i ciliegi sono in fiore. Non conoscete le famose ciliegie moretta di Vignola?? E neanche la loro versione sotto spirito??? Beh, #sapevatelo!

La settimana scorsa ero a Vignola in occasione della XIII Edizione del Poesia Festival e avendo un pò di tempo a disposizione ho deciso di fare quattro passi per la città emiliana scoprendo che Vignola è molto più di questo. E’ una città bellissima, ricca di storia e di architettura e che ha dato i natali a tanti personaggi importanti.

TRE COSE DA VEDERE A VIGNOLA

Una, due, dieci fetta di Torta Barozzi alla Pasticceria Gollini

Prima di iniziare il nostro Virtual Tour lungo le strade della città di Vignola vi porto a fare il pieno di energie assaggiando la famosa Torta Barozzi. Dove? Ma ovviamente all’antica Pasticceria Gollini, che si trova nel centro storico di Vignola, sotto i portici di Piazza Garibaldi.

La Torta Barozzi è uno squisito dolce a base di caffè, mandorle e cioccolato che ricorda per certi versi i Brownies americani. Ma la ricetta originale è ancora segreta e custodita gelosamente. Purtroppo per noi golosone.

La Torta Barozzi venne creata nel 1886 dal pasticcere Eugenio Gollini. Inizialmente le venne dato il semplice nome di Torta Nera, poi, nel 1907, venne dedicata al più illustre cittadino della città, Jacopo Barozzi (detto per questo il Vignola), per celebrare il quarto centenario dalla sua nascita.

Pasticceria Gollini
Torta Barozzi
Taglio della Torta Barozzi
La Rocca di Vignola e la Piazza dei Contrari

La bellissima Rocca di Vignola, unica nel suo genere, merita davvero che le si dedichi un pò di tempo.

La Rocca nasce intorno all’anno mille come baluardo ed era costituita solo da una torre e dalle mura difensive che furono costruite con sassi racconti nel fiume Panaro.

Nel 1401 gli Estensi, signori di Ferrara, mandarono a Vignola la famiglia Contrari per rafforzare il loro dominio su queste zone. La Rocca in questo periodo venne quindi completamente modificata ed ampliata. Da questo momento la struttura avrà la particolarità di avere allo stesso tempo l’aspetto sia di potente rocca militare, sia di un palazzo rinascimentale.

Proprio per questo motivo la Rocca aveva la caratteristica unica di essere interamente affrescata, sia all’interno che (purtroppo ora non più) all’esterno.

Ma gli affreschi delle sale non sono l’unica cosa da ammirare se avete intenzione di fare una visita alla Rocca. Vi consiglio, infatti, di salire e raggiungere le torri e i camminamenti di ronda per avere una bellissima visuale dall’alto della città.

La Rocca è tutta percorribile e visitabile, ma fate attenzione! In alcuni punti i gradino sono davvero molto alti e stretti e le porte molte basse. Indossate scarpe adeguate per evitare di scivolare!

L’ingresso alla Rocca è gratuito.

Camminamenti di Ronda
Vignola dall’Alto
Palazzo Boncompagni e la Scala Perfetta di Barozzi

Oltre alla storica Rocca vi consiglio di visitare l’elegante Palazzo Barozzi, che si trova anch’esso in Piazza dei Contrari. All’interno del Palazzo si trova la vorticosa scala elicoidale costruita dal nostro amico Jacopo Barozzi.

Si tratta di un vero e proprio capolavoro architettonico! La scala, che è composta da 106 gradini ed è alta più di 12 metri, è infatti una struttura autoportante, in grado di sorreggersi da sola senza un sostegno vero e proprio!

Il costo del biglietto è di 2 €. E’ possibile effettuare anche visite guidate solo con prenotazione.

Palazzo Barozzi
Scala Elicoidale

Per qualsiasi informazione turistica, per conoscere di più sulla storia, i monumenti e gli eventi nella città di Vignola, visitate il sito del Comune di Modena.

COME ARRIVARE

In auto: dalla tangenziale seguite le indicazioni per Vignola, quindi imboccate la S.S. 623 del Passo Brasa detta Vignolese, fino ad arrivare a Vignola.

In autobus: dalla stazione delle autocorriere di Modena prendere l’autobus extraurbano in direzione Vignola.

 

Please follow and like us:

Leave a Response

Vai alla barra degli strumenti