Londra vista dal Tamigi

1 comment

In celtico antico la parola fiume era temè, e i Romani adottarono questo nome per il fiume sul quale fondarono la città di Londinium, quasi 2000 anni fa.

Scelsero il punto più orientale nel quale si potesse costruire un ponte con le tecnologie disponibili all’epoca. Da allora il Tamigi continua a giocare un ruolo decisivo nella storia di Londra: fu la strada scelta dai Vichinghi che invasero la città nell’VIII e nel IX secolo, su di esso nacque la Royal Navy al tempo dei Tudor e fu l’arteria principale per la maggior parte delle attività commerciali del paese fino agli anni ’50.

Oggi il sistema di trasporti è cambiato, le grandi navi sono state spostate altrove e il fiume è diventato una delle fonti primarie di divertimento e di svago per i londinesi e per i turisti. Dove una volta si trovavano banchine e magazzini, oggi si trovano passeggiate lungo il fiume, club nautici, bar e ristoranti.

Uno dei modi più insoliti di visitare la capitale è proprio da una barca e molti operatori offrono, con partenza dal centro di Londra, crociere sul fiume. Il tratto di strada che gode di maggiore popolarità scorre dalle sedi del parlamento al Tower Bridge. Per qualsiasi informazione e per prenotare la vostra crociera sul Tamigi visitate VisitLondon.Com

Una veduta dal fiume vi offre una prospettiva inusuale di molte delle mete preferite dai turisti, incluso il Traitor’s Gate, il famigerato ingresso fluviale alle Torri di Londra che veniva usato per i prigionieri processati in Westminster Hall. Potrete anche ammirare i diversi stili architettonici degli edifici che sono situati tra Hampton Court e la Thames Barrier.

Dal Westminster Bridge al Blackfriars Bridge

Fino alla seconda Guerra Mondiale questo tratto del Tamigi segnò il confine tra la Londra ricca e quella povera. Sulla riva Nord c’erano uffici, negozi, alberghi di lusso, gli appartamenti di Whitehall, lo Strand e gli Inns of Court; su quella Sud fabbriche piene di fumo e quartieri poveri e degradati.

Dopo la guerra, il Festival d’Inghilterra del 1951 diede inizio al recupero della riva Sud che ora possiede alcuni dei più interessanti edifici moderni della capitale.

Dal Southwark Bridge al St Katharine’s Dock

Per secoli il tratto più ad Est del London Bridge è stato uno dei più trafficati del Tamigi, con barche di ogni stazza pronte a scaricare qualsiasi tipo di merce su entrambe le rive. Poi, nel XIX secolo, la costruzione di altri moli più ad Est alleggerì il traffico. Questo tratto di fiume è tuttora ricco di riferimenti al suo passato commerciale.

 

 

 

Please follow and like us:

1 commento

Leave a Response

Vai alla barra degli strumenti